“Cultura 2030”, Gallo (M5S): investire in istruzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato M5S –  Il presidente della Commissione Cultura alla Camera, Luigi Gallo, ha aperto i lavori del convegno “Cultura 2030”, in corso oggi e domani a Roma: “In questi due giorni la politica farà un passo indietro e si porrà in ascolto del mondo della cultura. Sentiamo il bisogno di trasformare questo luogo in uno spazio di riflessione, ascolto e apertura mentale. Vogliamo creare un dibattito civile, aperto a diverse posizioni e idee”.

“La ricerca previsionale ‘Cultura 2030’ vuole essere uno strumento offerto ai decisori politici, agli attori culturali e ai protagonisti sociali del nostro Paese per avviare una discussione sui cambiamenti in atto. È fondamentale”, prosegue Gallo, “comprendere il presente e cercare di prevedere in quale direzione ci stiamo dirigendo, soprattutto attraverso un’analisi profonda e complessa del mondo culturale che ci avvolge. È da questa esigenza che nasce il convegno ‘Cultura2030’ e la ricerca affidata a Domenico De Masi, che ha coinvolto 11 studiosi internazionali”.

“Quello che si decide nel presente modifica il futuro e per questo c’è una scelta chiara da fare per ogni decisore politico: investimenti e risorse in istruzione e cultura”, conclude il deputato M5S.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione