Cts: obbligo mascherina al banco dai 6 anni in su anche con metro di distanza. Decisione sofferta ma rischio contagio è alto

Stampa

Si è svolto il 6 novembre il tavolo nazionale sulla sicurezza finalizzato a gestire e risolvere le criticità che emergono dalla gestione delle scuole durante l’emergenza epidemiologica. Erano presenti le Organizzazioni sindacali rappresentative, tra cui Anief, Uil, Flc Cgil, Anp, il Cts rappresentato da Agostino Miozzo, l’Inail, la Dottoressa Boda per il Ministero dell’istruzione e i rappresentanti del Ministero della salute.

Durante l’incontro Miozzo ha in particolare fatto chiarezza sull’utilizzo obbligatorio della mascherina a scuola dai 6 anni in su, così come previsto dal Dpcm del 3 novembre.

Il Cts ha sottolineato che è stata una decisione sofferta ma unanime, dal momento che la diffusione dei contagi da Covid 19 si è innalzata nelle ultime settimane. La mascherina, ha quindi spiegato Miozzo, va indossata anche con il distanziamento di un metro statico, come invece era stato stabilito precedentemente.

Secondo quanto riferisce l’Anp, presente alla riunione, “Miozzo ha sottolineato che nei contesti sanitari, sicuramente più stressanti per l’integrità della mascherina chirurgica, la stessa viene cambiata ogni quattro ore. A scuola, quindi, tale tempistica potrà essere prevista solo per i docenti che dovessero svolgere attività didattica per più di quattro ore. Gli studenti, invece, potranno usare la medesima mascherina per l’intera giornata a scuola”.

La Uil ha chiesto di “sostituire, almeno nelle scuole dell’infanzia e primaria, la dotazione delle mascherine chirurgiche la cui protezione per chi le indossa è molto limitata con quelle FFP2 che, diversamente, proteggono anche chi le indossa (es. insegnante di sostegno scuola primaria che necessariamente dovrà stare di fianco all’alunno disabile – necessita di mascherine FFP2)”.

Uso mascherine in classe, Nota Ministero: indossata sempre da chiunque anche al banco. Quando è possibile abbassarla e quando si deve cambiare

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole