Crollo ponte Morandi: libri testo gratuiti, incremento organici e sdoppiamento classi. Indicazioni USR

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’USR Liguria, con apposita nota, ha impartito indicazioni al fine di far fronte all’emergenza causata dal crollo del ponte Morandi e garantire il diritto allo studio a coloro i quali sono interessati anche indirettamente dalla tragedia.

Fondi speciali

Il MIUR ha consentito l’accesso ai fondi speciali, stanziati per far fronte alle emergenze di vario genere, che le scuole segnaleranno secondo le modalità rappresentate nel corso degli incontri svoltisi il 29 agosto u.s.

Libri di testo gratuiti

Le scuole, ove sono iscritti alunni appartenenti a nuclei familiari
evacuati dalle proprie abitazioni, devono:

  • contattare i genitori o chi esercita la responsabilità genitoriale;
  • rilevare  i bisogni di cui sono portatori (esigenze di trasporto, fornitura di libri di testo e altro materiale scolastico ecc.);
  • segnalare le necessità rilevate a questi indirizzi:

[email protected] (per le esigenze di trasporto e mobilità urbana) [email protected] ( per le problematiche in
ambito scolastico)

In particolare, nella  nota si chiede di comunicare con la massima urgenza le classi che frequenteranno, nell’anno scolastico 2018/19, gli studenti sfollati delle scuole secondarie di I e II grado. I dati saranno trasmessi all’Associazione Italiana Editori, che fornirà gratuitamente i libri di testo agli studenti che hanno dovuto abbandonare l’abitazione.

Incremento organico e sdoppiamento classi

L’USR rileverà il fabbisogno di incremento di personale ATA (amministrativi e collaboratori scolastici) necessario per fronteggiare le criticità e i maggiori carichi lavorativi legati all’apertura e chiusura dei plessi scolastici e alla vigilanza sugli alunni.

Le scuole, inoltre, sono invitate a segnalare all’USR eventuali necessità
di sdoppiamento delle classi a seguito del trasferimento di iscrizioni di alunni provenienti da altre  scuole.

Organizzazione scolastica e didattica

L’USR raccomanda, considerata la situazione, di ricorrere ad ogni forma di flessibilità organizzativa consentita dalle norme in materia di utilizzazione del personale, di definizione dell’orario scolastico, di giustificazione dei ritardi degli studenti…

Attività pre e post scuola

I dirigenti scolastici sono inviati ad estendere le attività pre e post scuola già in essere oppure ad attivarle nel caso in cui ne ravvisassero l’opportunità in relazione alle concrete e prevedibili esigenze  delle famiglie.

“Gestione tragedia”

Le scuole è opportuno che prevedano dei momenti  di riflessione e lavoro didattico con le classi sulla situazione in cui versa la città di Genova, affinché gli alunni, in modo adeguato all’età, acquisiscano ed elaborino corrette forme di consapevolezza e di resilienza.

nota

Versione stampabile
anief
soloformazione