Crisi di governo, tutto congelato fino a mercoledì. La scuola attende, ma Bianchi non ha molte frecce nel suo arco per contratto e immissioni in ruolo

Dopo giorni di tensione, la crisi di governo giunge al suo picco con le dimissioni del premier Mario Draghi, respinte dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha rinviato l’esecutivo in Parlamento. Mercoledì probabile “resa dei conti” con le comunicazioni del presidente del Consiglio prima al Senato e poi alla Camera.