Crisi di governo, Renzi ‘sfida’ Conte: “Confronto al Senato per vedere se il governo può continuare”

Stampa

Appuntamento al Senato per un confronto con il governo che continua a non partire. Matteo Renzi rilancia per un confronto sull’agenda di governo  (Recovery plan, coordinamento dei Servizi, Mes, misure anti-Covid)

In un’intervista al “Corriere della Sera” allontana l’ipotesi di elezioni anticipate: il voto, dice, spaventa il M5s che verrebbe decimato dal verdetto delle urne, non Italia Viva.

Sulle annunciate dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto, il leader di Italia Viva, afferma: “Stanno al governo perché hanno delle idee, non per vanagloria. Se queste idee non piacciono, noi non siamo come gli altri: le poltrone le lasciamo”.

“Il Recovery plan – continua Renzi – è l’ultima chance per l’Italia, una finestra che ci permetterà per poco tempo di investire sul futuro dei nostri figli. Questo piano era stato scritto in fretta, senza condivisione, e con cifre assurde (…) Un documento che persino alcuni ministri non hanno letto. Penso che sia serio chiedere competenza. E sono certo che Gualtieri stia lavorando per migliorare il piano. Peggiorarlo non potrebbe nemmeno se volesse, è tecnicamente impossibile”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur