Crisi della lingua italiana. Montonato: colpa della politica, dei presidi, dei sindacati, della televisione

WhatsApp
Telegram

Ancora un intervento sulla crisi della lingua italiana. Gigi Montonato, professore e giornalista elenca quelli che secondo lui sono i responsabili del declino.

Innanzitutto la politica, che è entrata a gamba tesa nella didattica con l’introduzione della scuola media unica. Ma una cosa – scrive il professore sulle pagine della Gazzetta di Lecce – mettere tutti nella condizione di raggiungere un traguardo, altro è adeguare il traguardo in modo che possa essere raggiunto da tutti.

Ma le responsabilità toccano anche cuore pulsante della scuola, i presidi, oggi chiamati “Dirigenti scolastici”. “Presidi fasulli, soggetti senza nessuna voglia e competenza di insegnare, adusi per anni a darsi da fare in quelle attività scolastiche marginali di organizzazione di classi, aule, orari scolastici”

E poi, il ruolo del sindacato, che ha “favorito e lucrato sulla trasformazione della scuola in mera azienda clientelare”.

E infine la televisione, che trasmette modelli linguistici negativi.

Leggi l’articolo originale

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff