Crepet: “Sindacati iper-conservatori. Merito è principio sacrosanto, sia per gli insegnanti che per gli alunni”

WhatsApp
Telegram

Troppo ideologia sulla scuola. Il merito è giusto. Così inizia un articolo apparso sulla webzine Formiche.net con un’intervista allo psichiatra Paolo Crepet.

Subito un affondo rivolto ai sindacati: “Perché i sindacati sono iper-conservatori, nell’accezione più nefasta del termine. Propalano un’idea pre-stalinista di scuola e dell’istruzione. Il principio del merito è sacrosanto, sia per gli insegnanti che per i ragazzi. Per i primi perché li sospinge a migliorarsi nell’esercizio della loro funzione e per i secondi per acquisire la consapevolezza che la scuola – che forma davvero – è l’unico vero motore del Paese”

E ancora: “L’errore di fondo è che a questi temi ci si approccia sempre in maniera ideologica e non nel merito, appunto. Il ministro Valditara non lo si può valutare sulla base di quello che dice ma lo si dovrà valutare sulla base di quello che farà. Quando lavoravo al fianco di Luigi Berlinguer, i sindacati proclamarono uno sciopero generale solamente perché lui si azzardò a parlare di valutazione. Un’altra follia come quella che sta accadendo oggi. Ma d’altra parte non mi stupisce, dal momento che il 100% degli ammessi all’esame di maturità lo scorso anno sono stati promossi”.

Leggi anche

Istruzione e Merito, i sindacati: “Polemizzare su questo e farlo sul nulla. Servono investimenti urgenti sul rinnovo del contratto”

Valditara spiega: “Il Merito è un valore costituzionale. Scuola torni vero ascensore sociale, nessuno sia lasciato indietro”

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana