Crepet: “No al genitore amicone immaturo che non sa imporsi con i figli. Una strada lastricata di “sì” non dà felicità”

WhatsApp
Telegram

Paolo Crepet non si sorprende delle recenti scoperte dell’Istituto superiore di sanità sullo stato di salute degli adolescenti italiani. Il report basato su 90.000 giovani, rivela abitudini preoccupanti: ore trascorse davanti agli schermi, sedentarietà, alimentazione scorretta, abuso di alcol e droghe.

Secondo Crepet, in un’intervista a L’Arena, le statistiche non fanno altro che mostrare le conseguenze degli errori degli adulti. “Se l’unica prospettiva di divertimento che hai è andare al bar a ubriacarti o ingrassare sul divano con il cellulare, per forza sei infelice,” afferma.

La questione non riguarda solo gli adolescenti, ma anche le loro famiglie. L’approccio educativo ha subito una drastica evoluzione nel corso degli anni. Se un tempo l’approccio autoritario era la norma, oggi molti genitori optano per un atteggiamento più permissivo, cercando di evitare conflitti e cercando un dialogo aperto con i figli. Tuttavia, questa nuova modalità ha i suoi problemi. Troppa indulgenza può portare a una visione distorta della realtà, dove i giovani si aspettano sempre di ottenere ciò che vogliono senza sforzo.

Crepet sottolinea l’importanza di un equilibrio. Non è necessario tornare all’approccio autoritario del passato, ma è fondamentale insegnare ai giovani la capacità di affrontare le difficoltà e i rifiuti. La chiave? Imporre limiti fin dalla nascita.

“La ricetta del ‘no’ dovrebbe iniziare subito,” afferma. Questo aiuta i bambini a comprendere che non possono sempre ottenere ciò che desiderano semplicemente insistendo o piangendo: “Questi ragazzi, che non hanno sviluppato anticorpi per sostenere una difficoltà, un rifiuto, una frustrazione, un fallimento, si scontrano presto con la realtà. Ecco perché restano in casa quando sono ormai adulti e, nel frattempo, si sentono continuamente insoddisfatti. Una strada lastricata di “sì” non dà felicità”, aggiunge.

Tuttavia, anche con l’avanzare dell’età, non è mai troppo tardi per riadattare l’approccio educativo. Crepet invita i genitori a “inventare qualcosa”. Esplorare nuovi modi di vivere, mostrando ai figli che c’è di più nella vita rispetto al consumismo sfrenato.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri