Crepet: “L’educazione sentimentale dovrebbe essere insegnata da un cucciolo di cane”

Stampa

“Da 30 anni dico che dovrebbe essere introdotta l’educazione sentimentale come materia a scuola. Quella sessuale non ha il minimo senso, mentre quella sentimentale sì”.

“Il problema è capire quale figura dovrebbe insegnarla. Non certo il prete e non certo l’allenatore di basket, ma un cucciolo di cane. Ogni scuola ne dovrebbe adottare uno, dal momento che l’educazione sentimentale si impara accudendo una piccola bestiola”. 

Così all’Agi lo psichiatra Paolo Crepet, commentando la proposta, presentata alla Camera dei deputati l’8 aprile scorso, del deputato di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, di introdurre nelle scuole primarie e secondarie l’insegnamento dell’educazione sentimentale per prevenire la violenza contro le donne.

“Adottare un cucciolo di cane – ha proseguito Crepet – mi sembra una proposta realizzabile, non vedo controindicazioni soprattutto per la scuola elementare, visto che è importante cominciare da piccoli”.

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype