Crepet contro Azzolina: mi fa orrore che Ministra lasci metà bambini a casa, hanno bisogno di socialità e carezze

di redazione

item-thumbnail

Lo psichiatra Paolo Crepet, su La7, contro la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina e il potenziamento della didattica online per il rientro a scuola.

Un bambino ha bisogno di socialità, di carezze, di essere sgridato o lodato. Avere una classe politica che non capisce questo e che manda metà bambini nel solipsismo casalingo per diventare autistici digitali mi fa orrore. Non sono un italiano. Siamo stati pedagogisti straordinari e adesso abbiamo dei burocrati che fanno con la monetina “tu stai a casa con il tuo monitor e tu vieni a scuola due orette.

Mi interessa il buon senso, non mi interessa la politica“, conclude Crepet.

La Ministra Azzolina ha comunque chiarito che l’ipotesi di didattica mista – uno degli scenari ipotizzati per la ripresa delle attività didattiche a settembre – riguarderebbe solo le scuole secondarie.

Azzolina: didattica mista è solo un’ipotesi. Molte le soluzioni in campo

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione