CPIA, le linee guida ministeriali per la realizzazione dei PGCA. Proroga al 31 agosto delle iniziative progettuali

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione pubblica le “Linee guida per la realizzazione dei Percorsi di Garanzia delle Competenze della Popolazione Adulta”. Le linee guida hanno il fine di consentire ai CPIA di progettare e realizzare, secondo criteri unitari e omogenei, i Percorsi di Garanzia delle Competenze (PdGC) previsti dal Piano Nazionale di garanzia delle competenze della popolazione adulta.

Le linee guida PGCA sono -scrive il MI – un dispositivo utile per connettere gli interventi di ampliamento dell’offerta formativa realizzati dai CPIA con i Percorsi di Garanzia della Competenze della Popolazione Adulta, e da utilizzarsi all’interno delle attività di arricchimento dell’offerta formativa nel Sistema di Istruzione degli Adulti per:
– fornire un quadro di riferimento unitario per il recepimento delle competenze chiave per l’apprendimento permanente all’interno del Sistema di Istruzione degli Adulti;
– definire e descrivere le competenze chiave per l’apprendimento permanente in termini di “conoscenze” e “abilità”;
– sostenere i CPIA nella progettazione dei Percorsi di Garanzia delle Competenze attraverso l’utilizzo di uno strumento condiviso.

Le linee guida sostengono l’acquisizione delle competenze individuate nella Raccomandazione del Consiglio del 22 maggio 2018:
– competenza alfabetica funzionale;
– competenza multilinguistica;
– competenza matematica e competenza in scienze, tecnologie e ingegneria;
– competenza digitale;
– competenza personale, sociale e capacità di imparare ad imparare;
– competenza in materia di cittadinanza;
– competenza imprenditoriale;
– competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali

Il Ministero comunica anche la proroga al 31 agosto 2023 dell’Avviso del 20 ottobre 2021 per il finanziamento di progetti sui “Percorsi di garanzia delle competenze della popolazione adulta”, finalizzate a potenziare l’attivazione dei Percorsi di garanzia, realizzati dai Centri provinciali per l’istruzione degli adulti, a vantaggio degli iscritti ai CPIA, per lo più appartenenti a categorie caratterizzate da condizioni di fragilità e/o disagio, ad esempio immigrati, disoccupato e sottoccupati, NEET, lavoratori a basso reddito, detenuti.

Linee guida

Nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur