Covid: ventilazione aule, monitoraggio rischio e vaccinazione. L’USR Veneto aggiorna le FAQ

WhatsApp
Telegram

Nuove FAQ dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto: le indicazioni per il rientro a scuola sono state aggiornate nuovamente il 16 gennaio. Le nuove risposte alle domande frequenti riguardano le misure riduttive del rischio di contagio, il monitoraggio del rischio epidemico, la vaccinazione per COVID19 e anti-influenzale.

Ci sono variazioni in merito alle misure di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico?
L’attuale panorama epidemiologico – specifica l’USR –  non necessita, al momento, dell’attuazione di misure preventive non farmacologiche ulteriori rispetto a quelle di base, specificate all’interno delle indicazioni strategiche redatte dagli organi competenti, trasmesse con nota della Regione Veneto n. 374263 del 26.08.2022 e con nota USRV prot. n. 18316 del 26/08/2022.
Come ribadito anche dalla nota del Ministero della Salute n. 109605 del 29/12/2022, si evidenzia come l’adeguata ventilazione negli ambienti chiusi, in particolare, rappresenti una misura fondamentale per la riduzione del rischio di trasmissione del SARS-CoV-2 e di altri virus respiratori.

Qual è lo scopo dell’attività di monitoraggio del rischio epidemico?
La nota del Ministero della Salute n. 109605 del 29/12/2022 evidenzia come l’incertezza dell’evoluzione epidemiologica e delle conseguenti ricadute sul sistema sanitario dipenda da diversi fattori, tra cui la comparsa di nuove varianti del virus SARS-CoV-2, il grado di adesione alla campagna vaccinale, l’osservanza di misure igienico-sanitarie e comportamentali preventive, il
grado di co-circolazione di altri virus respiratori. L’attuale vigenza di un Sistema di Monitoraggio settimanale del rischio, efficace nell’anticipare la rilevazione di aumenti nell’incidenza di casi gravi e decessi, non determina automaticamente
l’adozione di misure di contenimento dell’epidemia ma viene utilizzato prevalentemente a scopo di informazione e allerta del sistema nazionale e dei servizi sanitari regionali.

Quali sono le priorità della campagna vaccinale in corso?
La nota del Ministero della Salute n. 109605 del 29/12/2022 evidenzia le priorità all’interno delle nuove strategie vaccinali, tra cui l’esigenza di colmare le lacune nella copertura vaccinale del ciclo primario e dei booster raccomandati, la possibilità di combinare le campagne di vaccinazione contro COVID-19 e influenza, lo sviluppo di programmi di vaccinazione con vaccini adattati alle varianti (identificando gruppi di popolazione prioritari), l’implementazione di strategie di comunicazione efficaci per promuovere l’assunzione di dosi di richiamo, il completamento della serie primaria e la campagna sui vaccini nuovi, adattati e proteici.
Il Ministero della Salute – conclude l’USR – aggiorna periodicamente le strategie vaccinali in base alla autorizzazione di EMA (European Medical Agency) e AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) di nuove formulazioni, alla loro disponibilità e alla situazione epidemiologica.

FAQ

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro