Covid scuola, due alunne di terza elementare “tracciano” il contagio fra i compagni

Stampa

Scoppia un focolaio in una scuola elementare. Ma a tracciare il contagio sono due alunne di terza primaria. Succede a Perugia, dove il plesso della scuola elementare frequentato delle bambine è stato chiuso causa Covid.

In attesa dei risultati dello screening operato dalle autorità sanitarie, Emma e Matilde hanno riprodotto su un foglio, con delle caselline, la disposizione in classe degli alunni e sottolineato con la matita rossa i loro compagni che via via sono risultati positivi, in 10 sui 23 che abitano giornalmente l’aula, scrive Il Fatto Quotidiano.

“L’indagine epidemiologica” portata avanti dalle alunne nella loro classe, ha evidenziato che i compagni seduti agli ultimi banchi sono quelli che hanno contratto il Covid.

Le bambine hanno potuto constatare, dunque che a infettarsi sono stati otto dei dieci alunni seduti in quarta e quinta fila. Al contrario, fra i 13 bambini seduti fra la prima e la terza fila, se ne sono contagiati solo due.

Quale tesi portano avanti le due piccole epidemiologie? La circolazione d’aria fra la porta e la finestra – poste una di fronte all’altra a ridosso delle prime file – avrebbe evitato che gli alunni si contagiassero, cosa che non è accaduta in fondo all’aula, nonostante la presenza di un’altra finestra, sempre sul lato opposto della porta ma più lontana. Ovviamente, l’altra ipotesi è che, come spesso accade a scuola, chi è seduto in fondo sfugge più facilmente al controllo degli insegnanti e magari si procura qualche occasione di contatto in più.

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur