Covid, Pregliasco: “Non si poteva non riaprire. È una scelta politica non facile dopo un terribile anno”

Stampa

“Non si poteva non riaprire. È una scelta politica non facile, di mediazione tra esigenze diverse, dopo questo terribile anno. Ovviamente ci potrà essere un prezzo da pagare, in termini di salute. Quanto pagheremo dipenderà da noi come comunità, all’attenzione delle misure anti Covid che sapremo avere”.

A dirlo all’Adnkronos Salute, in merito alle aperture previste dal Governo nel nuovo decreto oggi all’esame del Consiglio dei ministri, Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, secondo il quale sarà necessaria un’attenzione elevata “negli step di riapertura successivi, fatti i base all’andamento dei dati’.

“Spero – ha aggiunto – che ora il percorso sia progressivo, senza quei terribili ‘stop and go’ che abbiamo già sperimentato e che sarebbe meglio non rivedere. Speriamo in un percorso lineare che sarà necessariamente legato a una grande responsabilità dei cittadini e a una maggiore velocità della campagna vaccinale”, dice Pregliasco.

“Un po’ di preoccupazione – ammette- c’è. Ripeto: ci sarà un prezzo da pagare, che dipenderà anche dai singoli e dal non considerarsi ‘liberi tutti'”, conclude .

Stampa

Eurosofia, Corso sul nuovo PEI in ICF a cura della Dott.ssa Chiocca. Nei prossimi incontri esempi operativo/pratici a cura del Dott. Ciraci. Iscrizioni aperte