Nuovo decreto Covid, super green pass per i mezzi pubblici, cambia la quarantena per i vaccinati. Varato il decreto legge. Prezzi calmierati per le mascherine FFP2

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto sull’estensione dell’uso del green pass e le quarantene. In arrivo una nuova stretta per contenere i contagi da Covid-19. Green pass rafforzato per treni, aerei e navi e per il trasporto pubblico. Capienza massima al 50% per impianti all’aperto e al 35% al chiuso. Super green pass anche per alberghi e ristoranti all’aperto.

Il Consiglio dei Ministri  ha approvato un primo blocco di misure per il contenimento del Covid. Alla prossima riunione, che potrebbe tenersi già nei primi giorni di gennaio, potrà adottare ulteriori misure restrittive.

Super Green Pass

Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza, si amplia l’uso del Green Pass Rafforzato alle seguenti attività:

• alberghi e strutture ricettive
• feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose
• sagre e fiere
• centri congressi
• servizi di ristorazione all’aperto
• impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici
• piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto
• centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Inoltre il Green Pass Rafforzato è necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

Quarantene

Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo.

Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, ai suddetti soggetti è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare – solo qualora sintomatici – un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.

Infine, si prevede che la cessazione della quarantena o dell’auto-sorveglianza sopradescritta consegua all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.

Capienze

Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso

Prezzi calmierati per le mascherine FFP2

Trovata l’intesa per calmierare il prezzo delle mascherine Ffp2: si tratta di una proposta “condivisa” della quale ora sarà incaricata la struttura commissariale, che dovrebbe stipulare apposite convenzioni con le farmacie.

Per la scuola, al momento non sembrano esserci ulteriori novità. Semmai dovessero esserci sviluppi, è probabile che si attenda il 3 gennaio.

Sileri: “Ci aspettiamo che centinaia di migliaia di persone si contagino con Omicron”

“Ci dobbiamo aspettare che centinaia di migliaia di persone si contagino con Omicron nelle prossime settimane”. Così il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a ‘Pomeriggio cinque news’ su Canale 5.

Sfiorati i 100mila positivi: sono 98.030 i casi di Covid individuati in Italia nelle ultime 24 ore. Processati 1.029.429 tamponi. Tasso di positività sale al 9,5%. Ieri i casi erano stati 78.313.

Le vittime, secondo i dati del ministero della Salute, sono 136, mentre ieri erano state 202. Sono 1.185 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 40 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 126. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 10.578, ovvero 489 in più.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO