Covid, Locatelli: “La sospensione della didattica in presenza è legata all’incremento dei casi in età adolescenziale”

Stampa

“Mi sono sempre speso in difesa della didattica in presenza. Tuttavia la sospensione della didattica in presenza in questa fase è motivata dal fatto che in ragione della circolazione della variante inglese c’è un chiaro incremento del numero dei soggetti in età pediatrica in fasce adolescenziale che vengono ad essere contagiati”.

Lo ha detto Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore della Sanità a Sky Tg24.

“Quindi purtroppo in questa fase, sperando che duri il meno possibile e facendo di tutto perché duri il meno possibile, va interrotta la didattica in presenza– ha aggiunto Locatelli – è chiaro che deprivare della didattica in presenza della socialità e di tutto quanto connota l’attività scolastica è un danno per le generazioni future e per questo deve essere limitato più possibile nel tempo e tutti si devono adoperare perché duri il minor tempo possibile”.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…