Covid, l’Agenzia italiana del farmaco avverte: “Dovremo conviverci a lungo, necessario richiamo ogni anno”

Stampa

Entro fine settembre sarà raggiunto l’obiettivo di vaccinare il 70% della popolazione ma con il virus “dovremo convivere a lungo” e “verosimilmente” sarà necessario fare un richiamo anti-Covid “ogni anno”.

A spiegarlo è il direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, in un’intervista al Corriere della Sera.

Poi aggiunge: “Un richiamo anticipato non sarà per tutti, solo per gli immunodepressi come trapiantati, pazienti oncologici o coloro che fanno specifiche terapie immunosoppressive che è stato dimostrato beneficiano di una terza dose per raggiungere una buona immunità. Le persone che non appartengono a queste categorie possono stare tranquille: le due dosi già ricevute garantiscono una eccellente protezione”.

Per quanto riguarda l’andamento della curva dell’epidemia di Covid-19, “lo scenario ora è decisamente migliore grazie al vaccino e al Green pass, fermo restando che bisognerà continuare a rispettare le regole di igiene e distanziamento. Intanto vedere la campagna vaccinale di massa in qualche modo compiuta è davvero un grande passo avanti. L’importante è continuare a leggere i dati con molta attenzione”.

 

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”