Covid, in Sicilia è vaccinato il 70% di docenti e Ata. Musumeci: “A Roma hanno dati non corretti. Ora vaccini nelle scuole per i riluttanti”

Stampa

Una campagna a tappeto in Sicilia per convincere i docenti e Ata più riluttanti. Vaccini direttamente nelle scuole. E non solo: previsti anche Open Day con somministrazioni senza prenotazione.

Al Corriere della Sera, il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, svela: “I nostri dati non corrispondono a quelli che arrivano da Roma. Forse per un problema nel caricamento della piattaforma. In ogni caso il personale scolastico vaccinato in Sicilia è circa il 70%, non il 56%. Comunque questa discrepanza non toglie nulla alla nostra ferma intenzione di continuare”.

Poi aggiunge: “Il vaccino non è un obbligo, ma io penso che chi ha contatti con gli alunni dovrebbe essere vaccinato per poter lavorare. Naturalmente non è materia di mia competenza. Mi auguro che da Roma arrivi una posizione chiara”.

E sulla possiiblità di un ritorno alla Dad afferma: “Siamo convinti che riusciremo a completare la vaccinazione degli aventi diritto in tempo per far ripartire la scuola in presenza dal 16 settembre. Di sicuro l’ultima cosa che vorrei chiudere è la scuola. Il sacrificio sopportato dai ragazzi fin qui, davvero non merita di essere reiterato”.

Vaccino Covid, il 99% di docenti e Ata in Veneto si è vaccinato o si è prenotato

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti