Covid, in Austria stop (per il momento) all’obbligo di vaccinazione

WhatsApp
Telegram

Il governo austriaco ha deciso di sospendere temporaneamente la legge che prevede l’obbligatorietà di vaccinazione anti-Covid per i cittadini dell’Austria

L’esecutivo ha preso questa decisione dopo avere ricevuto una relazione da parte della commissione per la valutazione della vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus, che ha sede presso la Cancelleria federale.

In particolare, nel rapporto ci si interroga se l’attuazione della vaccinazione obbligatoria sia opportuna e giustificata come pianificata dal punto di vista legale e medico e se verranno effettivamente eseguite o rinviate le sanzioni per i non vaccinati previste per il 15 marzo. Di fatto viene demandata la questione al governo che ha quindi deciso di sospendere l’obbligo.

Tuttavia, “spetta alla coalizione se seguire le rispettive raccomandazioni o decidere diversamente”, si legge nel rapporto ripreso dai media austriaci aprendo la via di fatto alla decisione del governo di sospendere l’obbligo vaccinale. In ogni caso viene richiesta dagli esperti una nuova valutazione sulla situazione tra 3 mesi.

La ministra federale per l’Unione europea e la Costituzione presso la Cancelleria federale, Karoline Edtstadler, ha dichiarato: “La storia della vaccinazione obbligatoria è ricca di eventi”, ha esordito Edtstadler parlando con la stampa. “Proprio come il virus è in continua evoluzione, devi rimanere flessibile nell’affrontarlo. Dunque, oggi non è certo l’ultimo capitolo che scriviamo sul tema della vaccinazione obbligatoria”, ha aggiunto.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur