Covid, Ianaro (M5S): “Sì a obbligo per chi lavora nel pubblico, come gli insegnanti”

Stampa

“Sono d’accordo con la posizione di Cts e Aifa sulla vaccinazione obbligatoria per chi ricopre funzioni pubbliche, dai sanitari agli insegnanti. Ora che sarà superata la fase di autorizzazione per emergenza confido ci sia maggiore consapevolezza sul fatto che i vaccini sono sicuri e che a fronte di un numero
elevatissimo di vaccinati gli effetti avversi sono minimi”. Lo dice, parlando con l’Adnkronos, la deputata M5S Angela Ianaro, professore associato di Farmacologia e membro della Commissione Affari sociali di Montecitorio.

La pentastellata si dice però “contraria” alla “terza dose per tutti”: “Finché dati scientifici chiari non ci diranno che è necessaria, secondo me non va fatta, se non a particolari categorie fragili, come immunodepressi o over 80“.

Confido nella consapevolezza delle persone. Non ci sarà mai ripresa senza una vaccinazione di massa. Prima dovremmo raggiungere la copertura vaccinale per tutti e poi pensare a somministrare terze dosi di massa“.

Inoltre – conclude Ianaro – ritengo non sia etico pensare di somministrare la terza dose a Paesi con alto reddito quando la gran parte dei Paesi poveri non ha ricevuto nemmeno la prima“.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione