Covid, i colori delle regioni: da lunedì 24 maggio tutta l’Italia sarà gialla

Stampa

L’Italia sarà tutta gialla da lunedì 24 maggio. Anche la Valle d’Aosta, attualmente in zona arancione, passerà a quella gialla. Dunque da lunedì prossimo tutte le regioni avranno minori restrizioni rispetto al passato.

Attenzione, però, perché dal 1° giugno potrebbero esserci le prime regioni bianche e poi dal 7 giugno aggiungerne altre. Le prime a raggiungere l’obiettivo saranno Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna. Quella successiva, sempre se la curva non risalirà, toccherà a Liguria, Umbria, Abruzzo e Veneto, che venerdì avranno il loro primo monitoraggio da bianco.

Così come segnala La Repubblica, venerdì si inaugura il nuovo sistema di monitoraggio, che fino a metà giugno verrà affiancato a quello vecchio. La regola inserita nel decreto prevede che se una Regione ha, in base ai due sistemi, due colori diversi prevalga quello con meno restrizioni. Sarà l’incidenza a decidere il colore. Se è superiore a 250 la Regione va in rosso (come avveniva già prima), se è tra 249 e 150 va in arancione, se tra 149 e 50 in giallo e sotto appunto in bianco.

Nel caso dell’arancione, inoltre, si osserva l’occupazione dei letti per decidere se la Regione deve andare in rosso (con occupazione delle terapie intensive superiore al 30% e dei reparti internistici al 40%) oppure in giallo (con i due dati sotto al 20 e sotto al 30%). L’Rt servirà come indicatore per prevede se una Regione ha un alto rischio di finire in rosso.

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype