Covid, Gandini: “La scuola è uno dei luoghi più sicuri, contagi sotto l’1%”

Stampa

“Abbiamo analizzato i dati di tutte le Regioni d’Italia da settembre a dicembre. I contagi avvenuti a scuola sono al di sotto l’1%”.

Così Sara Gandini, docente di statistica medica all’Università di Milano ai microfoni di Radio Cusano Campus, commentando lo studio scientifico pubblicato su Lancet sulla scarsa incidenza della scuola nei contagi da covid.

“Lo studio evidenzia che all’interno delle scuole i contagi possono accadere, ma sicuramente la scuola è uno dei luoghi più sicuri – afferma Gandini -. La biologia del Sars-Cov-2 è diversa da quella dell’influenza, non colpisce i bambini. E inoltre a scuola c’è il rispetto dei protocolli, cosa che non avviene al di fuori. Se è vero che gli adulti tra i 20 e i 50 anni contribuiscono alla diffusione del virus – spiega la docente – è anche vero che i contagi all’interno delle scuole avvengono tra insegnante ed insegnante. È proprio nel contatto tra adulti che bisogna fare più attenzione. Comunque – conclude – non c’è un rischio maggiore di malattia grave e di mortalità tra gli insegnanti rispetto alla popolazione generale”.

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”