Covid, Galli: “Quelli che un anno fa negavano la necessità di proteggersi, oggi si oppongono al Green Pass. Non aiutano la nazione a vivere”

Stampa

Nonostante a novembre vada in pensione “non abbandono la trincea. Noi medici, assieme ai magistrati, siamo quel genere di persone che non vorrebbero mai andare”, però “dietro di me c’è chi merita di prendere questo posto”. Così l’infettivologo Massimo Galli, primario di malattie infettive al Sacco di Milano e docente alla Statale.

“Mi ritiro con la coscienza a posto” aggiunge.

Venendo alla pandemia, “gli italiani hanno risposto bene e sopportano i sacrifici con dignità. Chi alimenta false informazioni li tradisce. Quelli che un anno fa negavano la necessità di proteggersi, oggi si oppongono al Green Pass. Non aiutano la nazione a vivere“, sottolinea. Ora non bisogna “perdere il ritmo della campagna vaccinale. E da sotto questo aspetto devo dire che in Italia abbiamo fatto meglio di tanti altri”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur