Covid, Galli: “Dal punto di vista epidemiologico è difficile pensare ad una riapertura. Il segnale del ‘liberi tutti’ è molto pericoloso”

Stampa

“Apriamo pur prendendoci un rischio, sulla base dei calcoli non si sarebbe dovuto aprire di certo. Hanno riaperto gli inglesi, con grandi dubbi e cautele, dopo un esperienza terribile dopo aver fatto 43 milioni di dosi di vaccino”.

Così il professor Massimo Galli, responsabile di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, ospite a ‘Carta bianca’ su Rai3.

“Noi vaccinato moltomolto meno. L’Italia è stata battuta dalla Gran Bretagna per 3 a 1.  Abbiamo ancora poco meno di 500 casi di infezione al giorno – ha aggiunto – Dal punto di vista epidemiologico è difficile pensare ad
una riapertura. Il segnale del ‘liberi tutti’ è molto pericoloso”.

Insomma, incalza l’infettivologo, “si tratta di un rischio calcolato o di un rischio tout court?”. “Nel caso si torna in rosso? E sai che soddisfazione…”, sbotta Galli che poi conclude: “La gente è arcistufa legittimamente e si infila in qualsiasi spiraglio per tornare a una vita più normale”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur