Covid, Galli: “Coprifuoco è disincentivo a uscire la sera, se non si capisce questo…”

Stampa

“Il coprifuoco è un disincentivo a muoversi la sera, non dovrebbe essere difficile da capire. Se poi se ne vuole fare una polemica di tipo politico, è un altro discorso”. Così l’infettivologo Massimo Galli.

“Sono quattro le condizioni che determinano contatti tra la popolazione – ha ricordato Galli -, in cui ci si ‘mischia’ con gli altri con o senza precauzioni, o con livelli diversi di precauzioni: andare al lavoro e a scuola, stare al lavoro o a scuola, tornare a casa, uscire la sera e avere relazioni di vario genere. L’unica che può essere sacrificata, anche perché mescola persone diverse, è l’ultima. Le limitazioni serali servono a questo. Se non si capisce questo…”

Sul vaccino: “La situazione è tendente al bello ma statica e con episodi che procurano elementi di preoccupazione. Bisogna accelerare la campagna di vaccinazione – ha raccomandato Galli -, le somministrazioni sono un po’ al di sotto del previsto::  dobbiamo colmare un disavanzo rispetto alla situazione britannica di oltre 30 milioni di dosi somministrate e l’aritmetica non è una opinione: anche a mezzo milione di somministrazioni al giorno, ci vogliono 60 giorni”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur