Covid, Fedriga: “Meglio le riaperture con regole che divieti elusi”. Sulla scuola: “Impossibile così garantire il 100%”

Stampa

Il presidente della Conferenza Stato-Regioni, Massimiliano Fedriga, interviene a Rai 3, a Che Tempo che fa in vista dell’entrata in vigore delle nuove misure per il contenimento del contagio da Covid-19.

“Penso che dobbiamo partire dalla riflessione che le riaperture con regole, in questo momento, servano anche a limitare la diffusione del virus. L’alternativa oggi purtroppo alla cena nel ristorante, ho paura che non sia che che ognuno rimane a casa propria, ma che ognuno va a casa di amici, dove regole non ci sono”.

Fedriga – che a mezzanotte terminerà il periodo di quarantena che è stato tenuto a osservare – ha comunque sottolineato che le riaperture da domani “non è un liberi tutti, ma diamo un messaggio di equità. Questa battaglia la si vince con le nostre comunità”.

Sulla scuola: “O si cambiano le percentuali di riempimento dei mezzi oppure fisicamente è impossibile portare il 100% dei ragazzi a scuola. Io penso che l’equilibrio che si era trovato fino a fine anno aveva garantito alla scuola una buona percentuale di presenza”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur