Covid, Emilia Romagna scrive al commissario Figliuolo: “Vaccinare il personale scolastico che si era prenotato”

Stampa

La Regione Emilia-Romagna scrive al commissario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, per chiedere di poter vaccinare il personale della scuola che si era prenotato prima del 6 aprile, quando è scattato lo stop per le categorie professionali.

In Emilia-Romagna, su una popolazione scolastica di 110.252 persone, ne sono state vaccinate, con la prima dose, 77.356, il 70%. Qualche migliaio di docenti e altri lavoratori, che si erano prenotati prima del 6, invece sono rimasti bloccati nel limbo, con una prenotazione tra le mani ma l’esclusione dalle categorie prioritarie. Quindi, niente vaccino.

“Faremo la seconda dose a chi ha ricevuto la prima – spiega l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – ma questo target non è più prioritario, quindi dal 6 aprile siamo fermi con le prenotazioni di quel che resta del personale della scuola”.

La Regione, dunque, ha scritto una lettera a Figliuolo: “Noi vogliamo garantire le vaccinazioni a chi ha già prenotato, non vorremmo trovarci nella situazione di dover annullare quelle prenotazioni. Attendiamo una risposta dalla struttura commissariale, alla quale – precisa Donini – ci atterremo con rigore”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur