Ammalarsi di Covid a scuola, infortunio sul lavoro: solo a settembre 300 segnalazioni

Stampa

Si è svolto il 6 novembre il tavolo nazionale sulla sicurezza finalizzato a gestire e risolvere le criticità che emergono dalla gestione delle scuole durante l’emergenza epidemiologica. Erano presenti le Organizzazioni sindacali rappresentative, tra cui Anief, Uil, Flc Cgil, Anp, il Cts rappresentato da Agostino Miozzo, l’Inail, la Dottoressa Boda per il Ministero dell’istruzione e i rappresentanti del Ministero della salute.

Report Inail

Durante la riunione l’Inail ha parlato della pubblicazione del rapporto mensile delle denunce di infortunio pervenute nel mese di settembre. L’Inail inserisce nel report degli infortuni l’infezione da Covid e la scuola entra nel report con ben 300 segnalazioni (lo 0,6% del totale).

Le statistiche riportate dall’Inail hanno il fine di dare conoscenza quantitativa e qualitativa del fenomeno coronavirus a livello nazionale. Il report verrà poi aggiornato. Alla data del 30 settembre sono oltre 54mila le denunce di infortunio legate al Covid presentate. Più del 70% sono donne, mentre l’età media è di 47 anni per entrambi i sessi.

L’analisi territoriale evidenzia una distribuzione delle denunce del 55,1% nel NordOvest (Lombardia 35,2%), del 24,4% nel Nord-Est (Emilia Romagna 10,4%), dell’11,9% al Centro (Toscana 5,6%), del 6,2% al Sud (Puglia 2,6%) e del 2,4% nelle Isole (Sicilia 1,2%). Le province con un maggiore numero di contagi sono Milano (10,8%), Torino (7,8%), Brescia (5,4%) e Bergamo (4,6%).

Medico competente

Durante lo stesso incontro l’Inail ha sottolineato l’importanza del medico competente nelle scuole e ha annunciato che presto arriveranno nuove indicazioni per lo svolgimento di tale attività.

La Uil ha ribadito che “servono ancora presidi sanitari e di tracciamento nelle scuole al fine di garantire la sicurezza di tutto il personale e degli alunni”, giacché “non si può trasformare i lavoratori della scuola in operatori socio sanitari”.

Sanificazione scuole

Infine l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro ha rimarcato l’importanza della corretta sanificazione negli istituti scolastici per contrastare la diffusione dei contagi. Particolare attenzione deve essere data, sottolinea l’Inail, al tipo di prodotti utilizzati per queste operazioni per cui può bastare l’ipoclorito di sodio e e l’alcol, da preferire ad altri prodotti magari rischiosi per la salute dei lavoratori.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia