Covid, Crisanti: “Tra un mese sapremo se siamo davvero al sicuro”

Stampa

I tempi sono maturi perché l’Italia prosegua sulla strada delle riaperture, arrivando ad allentare le restrizioni su locali, discoteche e attività con caratteristiche simili?

“Se questa domanda mi venisse posta fra 3 settimane direi di sì, direi che siamo in una zona di sicurezza”, se il trend dell’epidemia di Covid continuasse a essere questo, cioè in discesa, mentre le vaccinazioni crescono ancora.

“Nel caso specifico, prima di capire se le riaperture avviate il 26 aprile hanno prodotto effetti occorre aspettare 4-6 settimane a partire da quella data”. 

A tracciare il quadro è il virologo Andrea Crisanti, che non si sbilancia su come stanno andando le riaperture, perché – spiega all’Adnkronos Salute – è ancora presto.

“La gente non capisce il significato di curve esponenziali. All’inizio la trasmissione del virus sembra non avere impatto – evidenzia il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova – poi prende forza e si impenna all’improvviso. Ecco perché occorre aspettare ancora un po’ per poter dire con certezza che siamo al sicuro”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur