Covid, Crisanti: “Non ha senso testare tutti gli studenti. Fare campionamento su scuole diverse e capire cosa succede”

WhatsApp
Telegram

“Fare i test a tutti o non farli a nessuno sono due facce della stessa medaglia, di una totale incapacità di affrontare il problema. Il problema non è fare i test a tutti, il problema è capire che cosa succede in una scuola”.

Così a Buongiorno, su Sky TG24, Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia all’Università di Padova.

 “Le scuole – avverte Crisanti – non sono tutte uguali, ci sono scuole che sono state costruite in epoche diverse, che hanno un numero di studenti diverso, scuole di quartiere e scuole che attraggono ragazzi da molti Comuni. La pendolarità è un rischio gravissimo. La necessità di prendere trasporti, la densità: non è stata fatta nessuna analisi per capire dove sta il rischio. Che senso ha testarli tutti? Bisogna fare campionamenti su diversi tipi di scuola e capire che succede”.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito