Covid, Costarelli (Anp Lazio): “Casi in aumento, non alleggerire le norme”

WhatsApp
Telegram

 “Stiamo registrando un leggero aumento di casi tra gli studenti. Si tratta per lo più di asintomatici, ma quello che ci preoccupa è la velocità di diffusione. Spero che non si alleggeriscano troppo le misure: bisogna avere un approccio precauzionale, o si rischia di ritornare alle classi dimezzate dal Covid”.

Cristina Costarelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi (Anp) del Lazio, commenta così all’agenzia di stampa Dire l’aumento di casi Covid, rilevato soprattutto nella regione Lazio. Nella scuola che dirige, il liceo ‘Newton’, nell’ultima settimana i casi sono stati 35, rispetto ai 20 rilevati la settimana precedente.

“Chiediamo di restare allo status quo, non alleggerire i protocolli in vigore – spiega Costarelli – Sicuramente non siamo nella condizione di gennaio ma in una situazione ancora gestibile. Per questo sarebbe meglio non abbassare troppo la guardia, e lasciare le cose come stanno, mantenendo alta l’attenzione. Se sciogliamo le briglie non possiamo sapere quale potrà essere l’evoluzione. Mancano solo due mesi alla fine della scuola, è meglio tenere ferma la situazione, senza rischiare. È presto per uno scenario senza mascherine”.

Meglio quindi continuare con distanziamento e mascherine, anche ffp2, per proteggere studenti e docenti. Anche se, sottolinea la presidente di Anp Lazio, resta il fatto che per gli studenti più grandi, il contagio avviene fuori dalle aule.

“Ma un freno anche all’interno degli istituti, sicuramente ci aiuterebbe a mantenere un livello di sicurezza”, conclude la preside

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur