Covid, Costa: “Nella scuola si può arrivare a una riduzione della quarantena per positivi da 7 a 5 giorni”

WhatsApp
Telegram

“Nella scuola si può arrivare a una riduzione della quarantena per la positività al Covid da 7 a 5 giorni, o anche a meno”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenendo a Timeline su SkyTG24.

Il politico annuncia che “è in atto una riflessione sul tema”.

“Non possiamo non tenere conto – ha sottolineato – che oggi l’80% dei cittadini italiani sono vaccinati. Sicuramente l’attuale quarantena di 7 giorni è una misura molto invasiva, si può ridurre. D’altronde se veicoliamo il messaggio che il vaccino è la via d’uscita, ma sappiamo che anche da vaccinati si può essere contagiati, dobbiamo dare prospettive ai cittadini”.

“Sulla scuola – ha ricordato il sottosegretario – avevamo un obiettivo che era quello di riprendere l’anno scolastico in presenza, ma ora ne abbiamo subito un altro, ovvero quello di garantirne la prosecuzione sempre in presenza”.

Sulla terza dose: “Ragionevole pensare che con il passare tempo si passi alla terza dose per tutti, ma occorre sempre stabilire le priorità. Siamo di fronte a una scelta che il governo ha fatto sulla base delle indicazioni scientifiche che attendavamo. Siamo partiti con i fragili la scorsa settimana, l’indicazione è procedere con gli ultraottantenni, per poi passare al personale sanitario”. 

Poi spiega: “Io credo che le discoteche si possano riaprire, con Green Pass e limitazioni della capienza, perchè danno occupazione e creano fatturato”.

“Su questo argomento – ha aggiunto – ho un parere preciso che sto portando avanti con coerenza, confrontandomi con le sensibilità diverse all’interno del governo. I benefici delle riaperture delle discoteche si avrebbero anche per la sorta di screening dei ragazzi non vaccinati che entrerebbero con il tampone”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur