Covid-19, Conte: Italia scenario tre, previste lezioni scaglionate per la scuola

Stampa

“Situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa con rischi di tenuta del sistema sanitario nel medio periodo”, è il resoconto che oggi ha fatto il Primo Ministro Conte sula situazione dei contagi in Italia. Una descrizione di quello che viene definitivo come Scenario 3, citando lo studio del Cts.

Attualmente l’Italia si trova al livello più basso dello scenario 3, che prevede quattro gradi, anche se l’ipotesi è che si vada verso un peggioramento. Nello Scenario 3 – predisposto da Iss e Cts – i valori di Rt regionali sono compresi tra 1.25 e 1.5, numeri entro cui si riesce a limitare solo modestamente il potenziale di trasmissione del covid con misure di contenimento ordinarie e straordinarie.

Nella prima sottoclassificazione dello Scenario 3 l’obiettivo è quello del contenimento e della repressione dei focolai tramite test, isolamento dei contatti stretti e a rischio, screening di alcune categorie della popolazione.

Per quanto riguarda le precauzioni sono state elencate già quelle ampiamente conosciute: distanziamento, igiene della persona e degli ambienti.

Riguardo a scuole e università, le lezioni possono svolgersi in presenza, obbligo di mascherina se non possono essere mantenute le distanze. Il premier Conte ha oggi spiegato che lo scenario attuale prevede, tra l’altro, “possibilità di interruzione di alcune attività particolarmente a rischio, anche su base oraria, possibilità di lezioni scaglionate per la scuola, incremento dello smart working per decongestionare i trasporti”

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia