Covid, 50% dei bimbi da vaccinare entro Natale. Da febbraio richiamo per tutti. Il piano del governo

WhatsApp
Telegram

L’emergenza Covid-19 ritorna ad essere predominante sulla scena politica. Il virus si riaffaccia soprattutto nell’est Europa, ma anche in Italia i dati sono in aumento sia per quanto riguarda i ricoveri ordinari che nelle terapie intensive.

Preoccupa la crescita di contagiati nella fascia 5-11 anni, quella senza protezione da vaccino. Arriverà a dicembre la decisione dell’Ema su Pfizer, poi dovrebbe iniziare la campagna vaccinare per i bambini. Secondo quanto riporta La Repubblica, il governo pensa ad una strategia in tre mosse:

La prima: entro pochi giorni, allargare agli over 50 la terza dose. La seconda: vaccinare da dicembre non meno del 50% dei 3,3 milioni di ragazzi tra i 5 e gli 11 anni. Infine: somministrare la terza dose a tutti gli italiani, probabilmente a partire da febbraio.

Per quanto riguarda le categorie lavorative, non c’è nulla di concreto rispetto alla possibilità di imporre l’obbligo per alcune ulteriori e mirate categorie di lavoratori (compreso il personale scolastico).

Sulla vaccinazione dei bambini non mancheranno le polemiche con la Lega già pronta a fare le barricate. Il premier Draghi, come più volte detto nel corso delle conferenze stampa, è intenzionato ad andare oltre. La vaccinazione dei bimbi, secondo il governo, sarebbe fondamentale per tutelare la prosecuzione delle attività didattiche in presenza che, assieme alla ripresa economica, rappresentano la sfida più importante per l’esecutivo per i prossimi mesi.

Per quanto riguarda, invece, il green pass e lo stato di emergenza, si va verso la proroga delle misure, ma servirà, soprattutto per la seconda misura, un passaggio parlamentare.

Green pass scuola, tutte le regole: controllo e sanzioni. LE FAQ UFFICIALI [Aggiornate]

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia