Covid-19, Viola: “Terza ondata? Ancora non siamo usciti dalla seconda. Servono misure restrittive e controlli”

Stampa

“Arriverà la terza ondata? Io credo che la domanda giusta sia: stiamo davvero uscendo dalla seconda? I contagi sono ancora alti, così come è inaccettabile il numero di decessi giornaliero. Il virus continua a circolare e continua ad arrivare dove non dovrebbe: le persone anziane e fragili”.

A scriverlo su Facebook è l’immunologa Antonella Viola nella sua rubrica social Una domanda al giorno.

La scienziata prosegue: “Cosa non è ancora chiaro nel fatto che le mezze misure, anche se protratte nel tempo, non funzionano? Che chiudere per mesi dalle 18:30 in poi non risolve nessun problema? E che è inutile scagliarsi contro le persone che fanno quello che è lecito fare? Servono misure molto restrittive e tempestive che siano programmabili nel tempo piuttosto che mezze misure che cambiano di settimana in settimana”.

“E servono i controlli! Perché, come ho già detto tante volte, il problema non è causato da chi rispetta le regole, ma da chi continua a infischiarsene”, conclude Antonella Viola.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese