Covid-19, Sileri: “I docenti i prossimi da vaccinare. Prima quelli più anziani”

Stampa

Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, al ‘Tg Zero’ di Radio Capital parla della vaccinazione covid-19 e di come, a suo avviso, fra le prossime categorie ad essere vaccinati, debbano essere gli insegnanti più fragili, soprattutto quelli anziani.

Quali saranno le prossime categorie da vaccinare contro Covid-19? “Gli insegnanti, ma quelli con fragilità, e partirei dai più anziani. Io mi vaccinerò quando sarà il mio turno. La risposta immunitaria che ti dà il vaccino è migliore di quella che ti dà aver contratto il virus. E’ meglio vaccinarsi. Chi ha avuto il virus ha lo stesso diritto di fare il vaccino“. ha detto il viceministro della Salute.

A quanto pare, se non dovessero esserci intoppi, il vaccino di AstraZeneca, che ha incassato il via libera dell’Ema – 3 milioni le dosi attese entro marzo, 1 milione in arrivo già a febbraio – potrebbe essere impiegato da subito per le categorie di lavoratori più esposti al Covid: a cominciare dai docenti (probabilmente quelli fragili, ma non si esclude che possano essere tutti gli insegnanti dalle scuole dell’infanzia fino a quelli delle superiori) oltre che nella popolazione carceraria e nelle forze dell’ordine.

Ad oggi, 1° febbraio 2021, in Italia sono state somministrate più di 2 milioni di dosi di vaccino anti-covid19. Lo ha comunicato il Minsitro dell’Istruzione proprio nella giornata del 1° febbraio.

Ricordiamo che in base al calendario vaccinazioni stilato dal Ministero, per il personale scolastico, il vaccino anti covid è previsto a partire dal mese di aprile e fino al mese di settembre. Se dovesse essere confermata la previsione su AstraZeneca, i tempi potrebbero anche ridursi.

Vaccino Covid-19, il calendario mese per mese: da aprile il personale scolastico

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur