Covid-19, Rusconi (Anp Lazio): “A favore della didattica in presenza ma se dobbiamo chiudere le scuole serve un rafforzamento della DaD”

Stampa

Mario Rusconi, dell’ANP Lazio, ammette di preferire la lezione in presenza ma, in caso di chiusura delle scuole, chiede un intervento massiccio per rafforzare la Didattica a distanza.

Noi come presidi applichiamo alla lettera le direttive che ci vengono trasmesse dal Comitato tecnico scientifico e dalla Regione Lazio. Se dovessero essere previsti dei nuovi provvedimenti di chiusura delle scuole a causa dell’espandersi delle varianti legate al virus, ci adegueremmo. Chiediamo, però, in caso di interruzione della didattica in presenza, un rafforzamento della Dad, ampliando il segnale e intervenendo a favore di tutte quelle famiglie che non possono permettersi strumenti adeguati per garantire ai figli l’accesso allo studio. Un intervento simile sarebbe doveroso“.

Così Mario Rusconi, presidente per il Lazio dell’Associazione nazionale presidi, raggiunto dall’agenzia Dire.

La nostra associazione è a favore della didattica in presenza. Tuttavia, se le varianti avranno una diffusione importante, come sta avvenendo in alcune zone della nostra Regione, saremo costretti a rendere esecutive le direttive regionali“, ha concluso.

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile