Covid-19, Ricciardi non si fida della riapertura delle scuole e della zona gialla: “Incremento di positivi fra 3-4 settimane”

Stampa

Secondo il consigliere del Ministro della Salute, la zona gialla e la riapertura delle scuole faranno aumentare fra tre o quattro settimane il numero dei positivi.

“Febbraio e marzo saranno quelli più difficili”. Lo ha detto al Messaggero Walter Ricciardi, consulente scientifico del ministro della Salute e docente dell’università Cattolica.

Ricciardi non si fida della zona gialla e della riapertura delle scuole: “avremo un incremento dei nuovi casi positivi fra tre-quattro settimane. Ormai l’andamento di questa epidemia è prevedibile. Sarebbe importante evitare gli assembramenti, ma mi pare evidente che i semplici suggerimenti non hanno alcuna efficacia“.

Se a questo aggiungiamo che sono state riaperte le scuole, abbiamo la certezza di vedere presto un incremento di casi. Come sa, io sono per la zona rossa in tutto il Paese. Febbraio e marzo saranno i mesi più difficili. A giugno saremo maggiormente al sicuro”.

Non c’è dubbio che dobbiamo fare un salto di qualità sul piano nazionale – afferma Ricciardi – Non può essere che la seconda fase sia gestita come la prima, che era facile, perché rivolta solo agli operatori sanitari. Dovremo vaccinare centinaia di migliaia di persone nei palasport, negli studi di medicina generale. Avremo bisogno di una organizzazione di tipo militare che ancora non c’è. Non può essere considerata ordinaria amministrazione“.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur