Covid-19, Ricciardi inflessibile: “No all’Italia a tre colori, serve lockdown duro di un mese”

Stampa

“In questa fase è inutile perdere tempo con le zone multicolore. Serve un lockdown nazionale, severo e immediato di tre-quattro settimane per facilitare la vaccinazione e proteggerla dalla variante inglese, che altrimenti prenderebbe il sopravvento anche in Italia aumentando i contagi”.

Così in un’intervista a ‘La Stampa’ Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza. Secondo Ricciardi, “le misure prenatalizie hanno impedito una crescita enorme dei contagi, ma non li hanno diminuiti. La curva è stabile da molto tempo a un livello alto che rischia di nuocere alla campagna vaccinale, oltre che continuare a uccidere circa 500 italiani al giorno”.

Nuovo DPCM, zona rossa, arancione e gialla: quando serve l’autocertificazione. Il modello [PDF]

Quindi il sistema dei colori, ribadisce Ricciardi, “va bene in un’epidemia discendente, non nella fase attuale di plateau o di crescita. L’unica soluzione attuale è un mese di lockdown generale, che faciliti la vaccinazione e blocchi l’avanzata della variante inglese”.

Nuovo DPCM, da oggi metà Italia è arancione. Lombardia, Sicilia e Alto Adige in zona rossa: cosa cambia

Stampa

Cassetta degli attrezzi per i futuri insegnanti di sostegno. Il 20 agosto il primo incontro in diretta con gli esperti di Eurosofia