Covid-19, primo weekend in zona gialla per molte regioni: cosa si può fare e cosa no

Stampa

L’Italia si prepara al primo weekend in zona gialla nella maggior parte delle regioni (ben 15 su 20, a cui si aggiunge il Trentino).

Gli spostamenti tra regioni non sono consentiti fino al 15 febbraio. Ci si può spostare in una regione diversa solo per motivi di necessità, lavoro o salute, portando con sé l’autocertificazione. All’interno della propria regione, se è in fascia gialla, è invece possibile spostarsi.

Si potrà dunque andare a pranzo e consumare cibi e bevande all’interno di bar, ristoranti e altre attività di ristorazione, dalle 5.00 alle 18.00.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

musei e le mostre sono aperti soltanto il venerdìchiusi il sabato e la domenica.

Gli alberghi e le altre strutture ricettive sono aperti e all’interno i bar e i ristoranti rimangono aperti a disposizione dei clienti che vi alloggiano.

Scarica l’ultimo DPCM

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur