Covid-19, positivo il ministro D’Incà: è asintomatico

Stampa

Il 5 gennaio il ministro ai Rapporti col Parlamento Federico D’Incà si è sottoposto a un tampone, non aveva alcun sintomo riconducibile al Covid, si è trattato di un controllo di routine a scopo precauzionale.

Oggi è arrivato l’esito: il ministro è risultato positivo. Per questo sono scattate immediatamente le
procedure di profilassi del caso. Il ministro sta bene, non ha alcun Sintomo, si atterrà scrupolosamente alle indicazioni dell’autorità sanitaria competente, riferiscono dal suo ufficio stampa.

Nessun contatto negli ultimi giorni tra il ministro Federico D’Incà, risultato positivo al Covid, il premier
Giuseppe Conte o altri esponenti della squadra di governo. A quanto apprende l’Adnkronos, il ministro lunedì sera ha preso parte al Consiglio dei ministri in videocollegamento da Belluno, dove risiede
la sua famiglia.

Quarantena fiduciaria solo per lo staff di D’Incà, con cui ieri il ministro ha avuto una riunione di lavoro breve, nel rispetto delle distanze e con mascherine, ma, per rispetto del  protocollo, è stata comunque predisposta la quarantena fiduciaria per chi era presente alla riunione.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi