Covid-19, per gli insegnanti riunioni e scrutini ancora online almeno fino al 31 luglio

Stampa

Il decreto legge 22 aprile 2021 n. 5 ha determinato il rientro in presenza per lo svolgimento delle attività didattiche di quasi tutta la popolazione studentesca, con particolare riferimento alle scuole secondarie di II grado. Il decreto prevede inoltre la proroga fino al 31 luglio dello stato d’emergenza connesso all’emergenza sanitaria in atto. La proroga è stata decisa su proposta della Protezione civile e su indicazione del Cts che ritiene esistano le condizioni per il mantenimento delle misure contenitive e precauzionali adottate con la normativa emergenziale.

Qui i dettagli

Ma ci sono alcuni aspetti della vita scolastica che invece sono normati dall’Allegato 2 al decreto, ossia proroga dei termini con lo stato correlato con lo stato di emergenza. Il Consiglio dei Ministri ha stabilito la proroga dello stato di emergenza fino al 31 luglio 2021.

Di conseguenza sono prorogate fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVlD-19 le seguenti disposizioni

  • l’art. 73 del decreto legge 18/20 ed in particolare l’art. 2-bis secondo cui le sedute degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado possono svolgersi in videoconferenza, anche ove tale modalità non sia stata prevista negli atti regolamentari interni previsti dall’articolo 40 del testo unico della scuola (DLgs 297/94). (allegato 2 punto 6)
  • la norma (articolo 1, comma 4-bis, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22) che stabilisce che è garantita la possibilità, di effettuare in videoconferenza le sedute del Gruppo di lavoro operativo per l’inclusione (articolo 15, comma 10, della legge 5 febbraio 1992, n. 104), per lo svolgimento delle funzioni attribuite a tale organo dalla vigente normativa. (Allegato 2 punto 12)
  • la norma (articolo 3, comma 1, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22) secondo cui il Consiglio superiore della pubblica istruzione-CSPI rende il proprio parere nel termine di sette giorni dalla richiesta da parte del Ministro dell’Istruzione. Decorso il termine di sette giorni, si può prescindere dal parere. (allegato 2 punto 13).

N.B. In ogni caso alcuni Collegi docenti hanno già deliberato lo svolgimento online delle riunioni di organi collegiali per tutto l’anno scolastico 2020/21.

La possibilità e non l’obbligo inserito nel testo potrebbe diventare oggetto di confronto e di diverse posizioni all’interno delle scuole? Nei prossimi giorni sarà possibile essere più precisi in merito.

Il testo

Stampa

Eurosofia, Corso sul nuovo PEI in ICF a cura della Dott.ssa Chiocca. Nei prossimi incontri esempi operativo/pratici a cura del Dott. Ciraci. Iscrizioni aperte