Covid-19, ordinanza di Sala per Milano: regolamentati attività produttive e spostamenti

Stampa

Con la Lombardia tornata in zona arancione, il Comune di Milano dà attuazione al ‘Patto Milano per la scuola’ attraverso un’apposita ordinanza firmata oggi dal sindaco Giuseppe Sala.

Il piano dei tempi della città, stabilito insieme alla Prefettura di Milano e condiviso da tutte le parti sociali, le istituzioni pubbliche, i gestori del trasporto, il commercio, le aziende e gli ordini professionali, è pensato per riorganizzare gli spostamenti tra le 7 e le 10 del mattino, la fascia oraria più congestionata del trasporto pubblico.

Nel dettaglio l’ordinanza vieta, dalle 6 alle 10,15, l’esercizio di attività commerciali al dettaglio non alimentare in sede fissa, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, compresi quindi mercati coperti, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali.

Da questo divieto sono esclusi le edicole e i tabacchi, le farmacie e le parafarmacie.

Per le attività afferenti ai servizi per la persona, il divieto va dalle 6 alle 9.30. Sempre a partire dalle 9.30 sarà consentita l’apertura degli uffici pubblici (che dovranno operare preferibilmente previoappuntamento).

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur