Covid-19, muore docente ad Altamura. I colleghi: “Restiamo sul fronte, mentre molti attorno a noi hanno abbassato la guardia”

Stampa

La comunità di Altamura, paese in provincia di Bari, piange la scomparsa di Giovanni Cupertino Sardone, docente, stroncato dal Covid-19.

Così come segnala La Repubblica, un gruppo di colleghi scrive una lettera aperta a tutte le istituzioni, indirizzata anche al presidente Giuseppe Conte, per chiedere la massima attenzione al mondo della scuola.

“Indimenticabile il legame con sua moglie Tonia, unico, fortissimo, sempre insieme dall’adolescenza”, ricorda l’amica e collega Maria Moramarco, che non trova pace a immaginare ora divisa “questa coppia affiatatissima, uniti dall’adolescenza da un rapporto tenero e solido, coronato dall’arrivo di due figli”.

“Purtroppo il collega non era Maradona, ma era sicuramente un vero campione, come lo siamo tutti noi, docenti, dirigenti, ata, educatori – è il messaggio – Campioni ogni giorno perché sempre in affanno, sempre in sacrificio, immolati in nome di un sacro fuoco che non si spegne, ma che oggi la società non riconosce più, complici anche le decisioni politiche degli ultimi venti anni”.

Gli insegnanti – dicono – restano sul fronte, mentre intorno molti hanno abbassato la guardia.

“Chiediamo rispetto istituzionale e un monitoraggio per tutti i lavoratori del comparto ogni due settimane, tamponi rapidi e dispositivi di protezione adeguati”, l’appello.

Da segnalare che ad Altamura tutte le scuole saranno chiuse per 15 giorni a partire da domani, il coprifuoco con chiusura delle attività commerciali scatterà alle 19 e, inoltre, si valuteranno limitazioni negli spostamenti in base all’età per contenere la curva del contagio da Covid.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur