Covid-19, Miozzo: “Servirebbe il lockdown, ma la nostra economia è al collasso”

Stampa

L’ondata del dopo Natale? “Ce la aspettiamo per la fine della prossima settimana”. Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, in una intervista a “Il Messaggero” fa il punto sull’emergenza. 

“Purtroppo, però – premette Miozzo – qui c’è la considerazione drammatica alla quale  ormai siamo arrivati dopo un anno di restrizioni larghe, strette, di provvedimenti rigorosi e meno rigorosi. E cioé che, dopo un anno così, è chiaro che il Paese sia in grande sofferenza. In alcune categorie sono alla disperazione: spettacolo, turismo, ristorazione, sport. Quindi, pur rendendoci conto che ovviamente la soluzione migliore sarebbe quella che abbiamo preso a marzo-aprile, ovvero il lockdown totale e nazionale, non possiamo più farlo”.

“Ecco perché – continua il coordinatore del Cts – sono state immaginate decisioni dure, severe, restrittive, attraverso nuovi parametri che tentano di aiutarci ad abbassare l’incidenza, però cercando di convivere con la pandemia e soprattutto facendo in modo che alcuni settori della vita economica e sociale del Paese possano riprendere”.  

Miozzo: ragazzi lontano dalla scuola da quasi un anno e centri commerciali aperti

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi