Covid-19, il governo inglese: i docenti rischiano come altre professioni. I sindacati: contagi quattro volte superiori alla media

Stampa

C’è preoccupazione in Gran Bretagna per la terza ondata di Covid-19, in particolare per quanto può avvenire nelle scuole. 

Il tasso di infezioni da nuovo coronavirus tra gli insegnanti britannici è fino a oltre quattro volte superiore alla media. Questo quanto risulta dai dati raccolti in tre distretti dal sindacato Nasuwt e pubblicati dal Times Educational Supplement.

I numeri, sottolinea il sindacato, smentiscono la tesi del governo secondo il quale “l’insegnamento non comporta più rischi di altre professioni”.

La riapertura delle scuole il 4 gennaio in quasi tutta l’Inghilterra è stata accolta con forti proteste dal personale scolastico. Il segretario alla Salute, Matt Hancock, ha sostenuto che “non c’è nessuna prova” che gli insegnanti corrano un maggiore pericolo di infezione.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar