Covid-19, docenti e Ata negativi al test non rientrano immediatamente in servizio. FAQ Ministero della Salute

Stampa

I docenti e Ata non dovrebbero rientrare immediatamente in servizio dopo essere risultati negativi ai test diagnostici per il Covid-19.

Sul sito del ministero della Salute si legge che in caso di esito negativo del test per l’infezione da Sars-CoV-2, il Medico di medicina generale curante “definisce il percorso di diagnosi e cura più appropriato da seguire (eventuale ripetizione del test) e l’opportunità dell’ingresso a scuola”.

Se, ad esempio, una persona con il tampone negativo “risulta affetta da una malattia diversa da Covid-19, dovrà restare a casa e seguire le indicazioni del medico di Medicina generale fino alla guarigione completa”.

Il dottore redigerà, quindi, l’attestazione che l’operatore scolastico può rientrare a scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per Covid-19, come disposto da documenti nazionali e regionali.

FAQ MINISTERO DELLA SALUTE

Coronavirus: torna l’incubo chiusura delle scuole, ma sarà selettiva. Pronti per la DAD. Nuovo DPCM

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia