Covid-19, Crisanti: “Sì alle Ffp2 obbligatorie sui mezzi pubblici, quelle di stoffa non servono”

WhatsApp
Telegram

In un’intervista a Il Fatto Quotidiano, Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di Microbiologia dell’università di Padova, parla dell’emergenza Covid-19.

“La cosa più importante sarà monitorare costantemente le varianti e vedere se si svilupperanno in persone che sono state vaccinate. In quel caso bisogna immediatamente bloccare la trasmissione del virus”, afferma.

Poi aggiunge: “Io penso che il futuro sarà caratterizzato da sempre più stretti controlli alle frontiere. Quando il vaccino sarà stato distribuito in Europa e negli Stati Uniti sicuramente si implementeranno le misure per evitare l’introduzione di varianti resistenti”.

Crisanti poi lancia un’idea: “Sui trasporti io renderei obbligatorie le mascherine Ffp2. Ma molti potrebbero eccepire che costano troppi soldi (4-5 euro l’una, ndr). Mettere le Ffp2 a tutti è facile, mentre capire se un mezzo è pieno al 50%-70%-75%, mi pare più complicato. A marzo è passato il messaggio che le mascherine di stoffa fossero utili. Io sono contrarissimo alle mascherine di stoffa”.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”