Covid-19, Crisanti: “Gli alunni fino alla scuola primaria sono 20 volte più resistenti degli adulti”

Stampa

Andrea Crisanti ritiene che i bambini fino alla scuola primaria non siano un facile veicolo di contagio da covid

Andrea Crisanti ritiene che i bambini fino alla scuola primaria non siano un facile veicolo di contagio.

Le scuole elementari non sono un problema” in termini di accensione del contagio da coronavirus
Sars-CoV-2. “Perché i bambini da 1 a 10 anni sono 20 volte più  resistenti degli adulti“, puntualizza il microbiologo intervenuto oggi a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.

Il problema semmai, per l’esperto dell’università di Padova, “è dalle medie in poi“.

Inoltre, Crisanti ribadisce l’importanza dell’uso della mascherina e del rispetto di tutte le misure anti Covid, ma sottolinea: “Io vedo in strada un sacco di bambini di 7-8 anni che mettono la mascherina“.

Il pensiero di Crisanti sembra in linea con gli ultimi studi in merito, di cui abbiamo parlato in precedenza e che arrivano alla stessa conclusione: i bambini sono più resistenti degli adulti a contrarre il virus e quindi diffonderlo.

Stampa

Aggiornamento Ata: Puoi migliorare il tuo punteggio in tempi rapidi: corso di dattilografia a soli 99 euro. Contatta Eurosofia