Covid-19, con le scuole aperte aumentano i contagi? Non ci sono le prove. Lo studio inglese

Stampa

Non ci sono prove che l’apertura delle scuole porti a un aumento dei contagi di Covid-19, mentre sembra che quando aumentano i casi in una comunità, questo si riflette anche in alunni e docenti. Lo afferma uno studio, ancora in preprint, dell’università di Warwick, basato sulle assenze registrate in Inghilterra tra settembre e dicembre.

I ricercatori, riporta la Bbc, hanno confrontato l’andamento dei contagi di personale scolastico e docenti con quello delle rispettive zone.

Il tasso di assenze riflette quello della comunità – conclude lo studio -, e non ci sono evidenze che le scuole siano state causa di aumenti consistenti dei contagi“.

A dicembre, scrivono gli esperti, si è visto ad esempio un grande aumento del numero delle assenze nelle scuole superiori nel sud est del paese e a Londra, ma questo fenomeno non è stato riscontrato in altre regioni o nella scuola primaria.

Questo potrebbe essere dovuto all’emergere di nuove varianti più trasmissibili“. Il rischio di un aumento, sottolinea Mike Tildelsey, uno degli autori, c’è comunque, anche per il fatto che la riapertura delle scuole può portare ad esempio a più genitori che possono tornare al lavoro in presenza.

C’è ancora incertezza sull’impatto delle riaperture – spiega -. Serve un approccio improntato alla cautela“.

 

Stampa

1,60 punti per il personale ATA a soli 150€, con CFI!